M A S S E R I A      S A N T A    V E N I A

stampa - torna

La valutazione della masseria Santa Venia, compiuta il 2 Gennaio 1850 da Oronzo Torsello, Gabriele Salesi e Giuseppe Balsamo, ammontava alla copiosa cifra di 12.475 ducati e 69 grana. I fabbricati della suddetta masseria venivano suddivisi in un piano inferiore (pian terreno) e un piano superiore, come risulta dalla seguente descrizione:

 PIAN  TERRENO

Antrone. Dalla strada che conduce alla detta masseria per un vano di portone fornito di pezzo d'opera di legname d'abete a due pezzi con ferramenti analoghi, si accede a tale androne coverto con volta e da questo si passa all'ovile; stanza a dritta entrando nel detto androne. Per mezzo di un vano di porta (...) si accede ad una stanza coverta con volta a botte e pavimentata da inservibile lastrico; vi si osserva nel muro a sinistra una focagna (...); stanza in seguito della precedente: coverta a tetto in mediocre stato (...); stanza a sinistra entrando nella precedente; (...) vi si osserva nel muro a sinistra una focagna e nel muro di fronte evvi  un vano di porta (...) per il quale si accede all'ovile; locale ad uso di stalla che precede il centimolo (...); coverto a tetto in mediocre stato, scorgesi nel muro a sinistra una mangiatoia in fabbrica per tre animali con bordo di legno e con tre anelli di ferro; locale con centimolo: nel mezzo trovasi la macchina del molino con vasca di legno, pietre nuove, ruota e tutt'altro in buono stato; forno con piccolo locale che lo precede (...); scorgesi un forno del diametro di palmi otto e cinque decimi, cinto con fabbrica di pietre regolari, di pietra tufo e pavimento con lastrico (...); locale a sinistra ad uso della merce: diviso in due mediante un muro divisore (...); nel primo locale vi esistono due fornelli per cuocervi il latte, coi corrispondenti caccavi (...); capannone da bovi: scorgesi nel muro a dritta una focagna e nel muro di fronte n. 5 lettiere per uso de' bifolchi; pagliara; locale del mangiatoio: trovasi nel mezzo all'ovile (...); scala per ascendere di sopra (...).

PIANO SUPERIORE

Stanza a destra (...); nel muro a destra evvi una finestra affacciatoia nell'ovile munita di telaio a vetri (...). Nel muro di sinistra si osserva nella sua grossezza una focagna ed uno stipo con due divisori (...); stanza in seguito della precedente (...); nel muro a sinistra vi un vano di porta che d l'accesso alla scala che ascende al terrazzo, composta di n.15 gradini (...). Sotto la detta scala vi sono n. 4 granai della capienza di tomola 190 (...).